3329 Risultati

Con la presente si chiede se alla Comunità Montana, alla luce della deliberazione del 31/3/2021 n.4/2021 della Sezione Autonomie della Corte dei Conti, siano ancora applicabili:

1) l’art. 14-bis D.L. 4/2019 convertito con modificazioni dalla L. 28 marzo 2019, n. 26, come di seguito:

a) estensione a cinque anni del periodo di utilizzo dei resti delle capacità assunzionali, con riferimento alle percentuali di capacità assunzionale esistenti nei singoli esercizi;

b) al comma 5sexies dell’art. 3 del D.L. 90/2014 “Per il triennio 2019-2021, nel rispetto della programmazione del fabbisogno e di quella finanziaria e contabile, le regioni e gli enti locali possono computare, ai …

“I Consiglieri di minoranza durante l’ultimo CC, tenutosi in data 28/04/2021, hanno formulato la proposta di esentare per tutto l’anno il pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico da parte dei gestori di bar, ristoranti, pizzerie, gelaterie etc., nonché esenzione totale del canone mercatale, esenzione oggi prevista per legge fino al 30/06/2021, ai sensi del Decreto Sostegni, art 1, c. 30. E’ tecnicamente possibile azzerare, per queste categorie, il canone? Qualora fosse possibile, è corretto stabilire tale volontà con delibera di Consiglio Comunale?”

“Questo comune intende emettere entro il mese di maggio le bollette della TARI 2021. Considerando che l’art.13 c.15 ter Dl.201/2011 dispone che i versamenti dei tributi diversi dall'imposta di soggiorno, dall'addizionale comunale all'IRPEF, dall'IMU e dalla TASI la cui scadenza è' fissata dal comune prima del 1° dicembre di ciascun anno devono essere effettuati sulla base degli atti applicabili per l'anno precedente. I versamenti dei medesimi tributi la cui scadenza è fissata dal comune in data successiva al 1° dicembre di ciascun anno devono essere effettuati sulla base degli atti pubblicati entro il 28 ottobre, a saldo dell'imposta dovuta per …

Presso questo Ente è stata in forza una dipendente a tempo pieno e determinato che ha concluso il rapporto di lavoro in data 31.12.2020. La dipendente di cui sopra ha presentato certificazione di gravidanza in data 30.07.2020 che indicava come data presunta di parto il 06.03.2021. Dal 15.09.2020 la sig.ra è stata posta in maternità a rischio fino all'inizio della maternità obbligatoria pre-parto. La dipendente che ha partorito in data 15.02.2021, dopo confronto con un patronato, chiede che sia questa amministrazione a erogare gli assegni per il nucleo familiare. Attualmente l'Ente, ai sensi della normativa vigente, sta erogando l'indennità per …

Questo Ente, nei giorni in cui l’attività lavorativa svolta dal personale dipendente, prosegue nelle ore pomeridiane, non eroga buoni pasto, ma assicura il servizio mensa.

Visto il comma 870 dell’art. 1 della legge di bilancio 2021, che prevede che i risparmi derivanti dai buoni pasto non erogati nel medesimo esercizio, previa certificazione da parte dei competenti organi di controllo, possono finanziare nell’anno successivo, nell’ambito della contrattazione integrativa, in deroga all’art. 23, comma 2 del D.Lgs. 75/2017, i trattamenti economici accessori correlati alla performance e alle condizioni di lavoro, ovvero agli istituti del welfare integrativo, si chiede se questo Ente …

“Il nostro ente sta cercando di implementare i pagamenti tramite il PagoPa.

Fino allo scorso anno agli avvisi di pagamento Tari, emissione ordinaria e supplettiva, si allegavano i modelli F24 per il pagamento.

Da quest'anno è possibile inviare ESCLUSIVAMENTE gli avvisi di pagamento PagoPa, oppure dobbiamo allegare anche gli F24?

Le ultime notizie viste sull'argomento risalgono all'articolo in allegato. C'è stata qualche evoluzione che potrebbe esserci sfuggita?

Noi preferiremmo inviare solo gli avvisi PagoPa in quanto ci agevolerebbero nelle operazioni di riconciliazione dei pagamenti rispetto alle schede contribuenti”

Questo Comune ha sempre determinato e versato l’IRAP istituzionale sulla base delle retribuzioni erogate al personale dipendente, senza tener conto dei contributi INAIL versati. Per effetto delle sentenza n° 15036 e n° 15037, pubblicate dalla Suprema Corte di Cassazione il 16 giugno 2017, anche i Comuni hanno diritto alla deduzione dalla base imponibile IRAP dei contributi INAIL. Poiché non esiste in dichiarazione alcun campo ove indicare i contributi relativi all'attività istituzionale, si chiede come debba comportarsi questo Ente per la restituzione dei suddetti contributi:

• presentare istanza di rimborso all’Agenzia delle Entrate, distinta per ogni anno;

• scomputare i contributi INAIL direttamente …

Questa amministrazione nell’elaborazione del piano triennale del fabbisogno di personale sulla base del Decreto Ministeriale del 17.03.2020, essendo un ente virtuoso, ha quantificato uno spazio per nuove assunzioni a tempo indeterminato pari ad euro 96.909,73.

Nel piano triennale del fabbisogno del personale è stata prevista l’assunzione di un nuovo dipendente di categoria C in aggiunta ai dipendenti attualmente in servizio.

Questo ente ha inoltre in convenzione (per una percentuale pari al 22,22%) il settore Amministrazione Generale con il Comune di XX e il responsabile del settore è un dipendente del Comune di XX ai cui viene pagata direttamente questo Comune la retribuzione …

“A seguito di occupazione d’urgenza e temporanea, per utilizzo di suolo privato per stoccaggio temporaneo dei rifiuti nella fase dell’emergenza in Campania, nel 2008 venne impegnata la somma di euro 10.500 in favore del proprietario del terreno, società X.

Il proprietario, non accettando l’importo, presentò ricorso.

Nel 2015 il CTU presentò istanza di pignoramento all’Ente (in qualità di terzo pignorato) per il credito vantato nei confronti della società X per l’importo di circa 5.500. Tale importo venne liquidato nel 2015, a valere sull’impegno di 10.500.

Nel mese di marzo 2021, è stata emessa sentenza dal Tar Lazio che condanna il comune al risarcimento …

“Vorrei avere chiarezza sull'obbligo, a decorrere dal 01.03.2021, di utilizzo in maniera esclusiva del canale di pagamento PagoPa per tutte le entrate comunali; o se vi siano delle deroghe, ad esempio per le sanatorie edilizie che devono essere saldate prima della verifica della pratica da parte dell'ufficio tecnico comunale. Conoscere se si abbia, secondo il suo parere, ancora la possibilità di ricevere bonifici diretti sul conto di tesoreria e di pagamenti in contanti presso lo sportello di tesoreria, oppure sui conti correnti postali attivi. Se l'obbligo possa ritenersi adempiuto mettendo a disposizione del cittadino la possibilità di pagare con il …